<br /> - Michele Zizzari

Vai ai contenuti

Menu principale:

<br />

Sinossi delle opere

Stagioni


Stagioni
è il secondo lavoro teatrale realizzato (tra il 2001 e il 2002) dalla Compagnia del Dirigibile, composta da pazienti e operatori del Centro Diurno Psichiatrico di via Romagnoli del Dipartimento di Salute Mentale dell’Ausl di Forlì.

Si tratta di un intenso dramma poetico di carattere sperimentale messo in scena
nel 2002 al Teatro Testori di Forlì, a conclusione di un vivace e interessante Convegno sul tema L’arte è terapia? con equipe, psichiatri e registi di fama nazionale già promotori di importanti esperienze (come lo psichiatra Filippo Renda e il regista Nanni Garella del DSM di Bologna Nord, la d.ssa Maria Gabriella Garis e il regista Luciano Caratto per il DSM di Torino, la d.ssa Lara Marzotto e il regista Erio Gobetto per il DSM di Porto Gruaro e altri).

L’opera si sviluppa intorno a straordinari testi poetici che gli ospiti del Centro hanno realizzato nel 2° anno di laboratorio teatrale. Rappresenta la “parabola temporale” che ha accompagnato il nostro lavoro e gli umori alterni vissuti.
Dalla consapevolezza di una latente e perenne insoddisfazione – che spesso identifichiamo con la tempesta, le nuvole grigie e le stagioni più fredde – fino al sollievo che si prova nell’esplosione dei sentimenti e delle emozioni, che la primavera e l’estate sicuramente favoriscono. L’opera ricostruisce
il cammino che percorriamo facendo teatro, attraversando le quattro stagioni, passando dalla fatica e l’incertezza dell’inizio e dell’autunno nebbioso all’esaltazione finale dello spettacolo e alla gioia luminosa dell’estate, sulle montagne russe delle emozioni e delle invenzioni, tra momenti di sconforto e di indescrivibile felicità.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu