<br /> - Michele Zizzari

Vai ai contenuti

Menu principale:

<br />

Sinossi delle opere

Utko


Utko nasce nel corso di un laboratorio teatrale e scrittura creativa nell’ambito di un esperimento terapeutico (svoltosi tra l’ottobre 2000 e il giugno 2001) coi pazienti e gli operatori del Centro Diurno Psichiatrico di via Romagnoli del Dipartimento di Salute Mentale dell’Ausl di Forlì, coi quali Zizzari ha formato un “gruppo di teatro” chiamato Compagnia del Dirigibile.
I pazienti si sono subito appassionati alla lettura del Piccolo Principe
di Antoine De Sanit-Exupéry, discusso e riassunto sviscerandone contenuti, senso, simbologie, motivazioni e messaggi. S’è anche letto la biografia dell’autore e le sue esperienze di vita e di pilota avventuroso. Da questo lavoro è venuto fuori un nuovo testo, in cui il Piccolo Principe è uno scugnizzo napoletano di nome Utko, sostenuto nelle sue imprese da un pilota caduto dal cielo, da un asino azzurro partenopeo, da un pecorone maremmano e da una ragazzina india del Chiapas. Nonostante siano moltissimi i punti di contatto con l’opera di Exupery e costanti i riferimenti ai personaggi e ai contenuti trattati nel Piccolo Principe, il testo elaborato risulta profondamente diverso, per stile, forma e linguaggio, per l’attualizzazione e l’estensione delle tematiche affrontate, la diversità dei personaggi e per il finale positivo con cui termina il racconto.


A differenza del Piccolo Principe di Exupery, Utko
incontra i potenti della Terra (riuniti in una sorta di G8 per decidere nuove guerre e la diffusione su scala mondiale degli organismi geneticamente modificati) cadendo con l’aereo del suo amico pilota nei giardini della Casa Bianca proprio durante il summit. Presi per “terroristi islamici” lo scugnizzo e il pilota stanno per essere processati all’instante e condannati, ma Utko li raggira facendo leva sul loro desiderio di potere e di profitto. Promette loro una merce rara e preziosa che solo lui possiede, in cambio fa aggiustare l’aereo dell’amico pilota e prende il volo per il Chiapas, da dove con l’aiuto di tutte le pecore e gli asini riuniti del mondo sventano la minaccia degli OGM e di nuove guerre.


Utko
è messo in scena nel 2001 al Teatro di Carpinello – è in sostanza una rielaborazione in chiave contemporanea del Piccolo Principe di A. De Saint-Exupery. Tratta del rapporto tra la fantasia, il desiderio di felicità e la realtà; tra l’adulto e il bambino che sopravvive in noi; tra l’inconscio, l’istinto, la poesia e l’ipocrita illusione di una razionalità assoluta e infallibile; tra la macrofisica del potere e le aspirazioni comuni delle persone semplici.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu